Israele: un viaggio low cost

Created with Sketch.

Israele: un viaggio low cost

Negli ultimi anni lo stato di Israele è diventato un’ambitissima meta turistica, grazie alle spiagge dal fascino tropicale, al patrimonio naturalistico e all’intrattenimento a misura di tutti: dagli adulti ai bambini, dai festaioli agli amanti dello sport. La buona notizia è che non è necessario spendere una fortuna per volare in Israele e godersi una vacanza all’insegna del relax e del divertimento. Continua a leggere la guida di Israele-Turismo.it per scoprire come visitare questo piccolo pezzo di paradiso a prezzi low-cost.

1. Scegliere i voli

Le linee aeree internazionali atterrano solitamente all’Aeroporto Ben Gurion, nelle vicinanze di Tel Aviv, ma alcune linee europee effettuano voli anche con destinazione Eilat e Ovda, nel sud di Israele. Diverse compagnie aeree offrono voli diretti verso l’Israele, e si riescono a trovare molte offerte low-cost andata e ritorno nei mesi primaverili e autunnali con RyanAir e EasyJet. 

2. Dove alloggiare

Sebbene Israele sia uno stato piccolo, ospita oltre 300 alberghi, che possono accontentare tutti i gusti e andare incontro a tutte le disponibilità economiche. Se vuoi provare l’emozionante esperienza dello stile di vita rurale all’interno di un tipico insediamento collettivo israeliano, puoi alloggiare in uno dei tanti kibbutz che dispongono anche di un albergo informale. Oppure, puoi trovare una sistemazione confortevole a basso budget in uno dei 30 ostelli per la gioventù, dotati di dormitorio e attrezzati con cucina self-service. Un’altra opzione economica è rappresentata dai campeggi, alcuni dei quali offrono la possibilità di alloggiare anche in roulotte o in baita e offrono pacchetti con sconti sui viaggi in autobus e sulle tariffe di noleggio auto. 

3. Trasporti

I taxi collettivi e gli autobus di linea sono le opzioni più economiche ed efficienti. Un’altra possibilità è rappresentata dal noleggio dell’auto, magari approfittando degli sconti offerti da alcuni campeggi. Presso la Sixt dell’aeroporto si può noleggiare un’utilitaria per una settimana alla modica cifra di 250 €, da dividere tra i componenti del gruppo. 

4. Dove mangiare

La gastronomia israeliana è molto variegata: sapori mediterranei e sapori mediorientali si mescolano alla perfezione per far venire l’acquolina in bocca. Si può optare per lo street food, mangiando in piedi mentre si visita il luogo, oppure mangiare in un ristorante economico, dove un pasto costa in media 6 €, incluse le bevande e la mancia. 

5. Cosa fare e cosa vedere

Il paradiso turistico di Eilat è la città più cara di Israele, tuttavia con meno di 40 € è possibile fare snorkeling, attrezzatura compresa. Ma basta spostarsi poco più a sud di Eilat per trovare spiagge altrettanto belle, con barriere coralline e la possibilità di fare sport acquatici a prezzi molto più bassi. Ci sono molte città, inoltre, che è possibile visitare senza spendere un euro. A Gerusalemme molti luoghi di interesse religioso sono a ingresso gratuito, così come il Museo dell’Olocausto a Betlemme. Con pochi euro è possibile visitare le splendide rovine di Masada, e anche la vita notturna è relativamente economica. 

Maggiori informazioni sulle bellezze dello stato di Israele le trovi su Israele-Turismo.it 

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *